5 consigli per prolungare la carica


Se hai uno smartphone da circa un anno o più, avrai probabilmente notato che la batteria non sembra durare a lungo rispetto a quando lo avevi appena acquistato.

Dopo due anni dall’acquisto, può capitare che il telefono non arrivi nemmeno a fine giornata con una singola carica. Dopo tre anni, la stabilità del sistema può iniziare a vacillare.

L’obsolescenza programmata, ovvero quella strategia industriale che limita la vita di un prodotto, è certamente una realtà: ricordiamo le multe dell’antitrust ad Apple e Samsung. Tuttavia, le batterie possono consumarsi più velocemente a causa di pratiche sbagliate e abitudini comuni che non si addicono più ai moderni smartphone.

Non è necessario andare a sostituire il telefono, un consiglio che ci viene dato spesso dai rivenditori. Non soltanto per una questione economica. Ci sono preoccupazioni ambientali di non poco conto: gli smartphone rappresentano un serio problema per il nostro pianeta, che possiamo noi stessi mitigare modificando alcune nostre azioni.

In questo articolo ti presentiamo 5 mosse per far sì che la batteria del tuo telefono riesca ad arrivare a fine giornata.

LEGGI ANCHE: Ricaricare lo smartphone con una pianta? Facile, con Bioo Lite!

caricare batteria smartphone, management batteria

Ricarica il telefono un po’ alla volta

Molti credono che si debba caricare il telefono fino al 100% e lasciarlo scaricare fino allo 0% perché può soffrire dell’“effetto memoria”: se una batteria completamente carica si utilizzasse al 70% e dopo la si sottoponesse a ricarica, il 30% dell’energia somministrata non verrebbe riconosciuta, risultando quindi inutilizzabile.

Le batterie degli smartphone moderni, ovvero quelle agli ioni di litio, non hanno questo tipo di problema. Lo hanno, invece, le batterie al nichel-cadmio e, in misura inferiore, quelle al nichel-metallo idruro, ossia delle batterie di medio-grandi dimensioni non presenti sui moderni dispositivi tecnologici.

Caricare parzialmente ed un po’ alla volta il proprio smartphone può, invece, far bene alla batteria agli ioni di litio incorporata e può migliorare le sue prestazioni.

Secondo la Battery University “le ricariche parziali non causano danni”, mentre le “scariche complete e le ricariche complete possono consumare e deteriorare le prestazioni delle batterie”.

La ricarica fino al 100% del telefono, in particolare, può sollecitare la batteria a causa della tensione elevata, portandola nel lungo termine ad avere problemi.

Qual è allora il livello ideale di carica per mantenere a lungo il benessere della batteria? A detta degli studiosi, la batteria degli smartphone può avere lunga durata se si mantiene la sua carica tra il 65% ed il 75%. Mantenere questi livelli è praticamente impossibile per molti. Tuttavia, anche mantenere una carica giornaliera tra il 45% ed il 75% può andare bene: un intervallo decisamente più realistico.

ricaricare telefono di notte

Cancella Facebook

… o, perlomeno, riducine l’utilizzo e limita le autorizzazioni dell’app.

Negli anni il social network ha aggiunto una miriade di funzionalità gradevoli, ma in grado di risucchiare molta energia. Tra di esse, quelle che consumano più batteria sono la riproduzione automatica dei video, le notifiche in real time ed i suggerimenti in base a dove ci troviamo.

Puoi disattivare queste funzionalità all’interno dell’app di Facebook. Molto utile sarebbe, in particolare, disattivare i dati scaricati in background.

Se vuoi cancellare Facebook, potresti non riuscire a farlo completamente, se quando lo hai acquistato era preinstallato sul tuo device. Puoi, comunque, disattivarlo in Impostazioni, se lo desideri.

Ci sono delle alternative meno dispendiose di energia per entrare su Facebook: ad esempio, potresti accedere dal browser oppure potresti scaricare Facebook Lite, progettato per telefoni meno potenti e che fanno uso di connessioni piuttosto lente.

LEGGI ANCHE: Digital Detox: come resistere alle distrazioni dell’era digitale

cancellare app facebook, management batteria del telefono

Non caricare la batteria del cellulare tutta la notte

La gran parte dei moderni smartphone riesce ad interrompere la carica quando la batteria ha raggiunto il 100%. Quindi, non ci sono dei rischi notevoli se lasci a caricare tutta la notte il telefono.

Tuttavia, sono diversi gli esperti che ritengono deleteria questa abitudine diffusa. Non facciamo un azzardo a pensare che anche a te è capitato di collegare il telefono prima di andare a letto e di lasciarlo lì per otto ore consecutive.

Caricare il cellulare durante la notte non va a sovraccaricare eccessivamente la batteria, però dal momento che lo smartphone automaticamente interrompe la carica al 100%, una volta che scende al 99% riceve un piccolo ma continuo impulso elettrico che, a lungo andare, riduce il ciclo di vita complessivo dello smartphone.

Ci sono delle alternative. In commercio puoi trovare dei timer per le prese, o temporizzatori, in grado di svolgere automaticamente una o più azioni in un arco prefissato di tempo. In questo caso, puoi decidere che il caricatore svolga la sua azione per un paio di ore. C’è un’altra soluzione: alzarti di notte a togliere il caso, ma è decisamente più impegnativa.

caricare il telefono di notte, management batteria

Evita di lasciare il telefono sotto il cuscino

Lo smartphone per molti è diventato ormai un’estensione del proprio braccio. Non ci stupiamo, quindi, se anche a te capiti di tenere il telefono sotto il cuscino, così alla mattina appena sveglio tu non debba necessariamente alzarti per vedere le ultime notifiche dei social.

Oltre a far male alla salute (le radiazioni emanate dagli smartphone, secondo l’OMS, aumentano il rischio di cancro), il cellulare può surriscaldarsi oltre i limiti e, se è pure in carica, la situazione non può che peggiorare.

Il surriscaldamento danneggia la batteria e ne riduce notevolmente la durata.

Possono essere altre le situazioni in cui lo smartphone può diventare eccessivamente caldo: per un sovraccarico del processore, ad esempio quando si gioca a lungo; per temperature esterne elevate, ad esempio quando ti dimentichi in auto il telefono; per problemi stessi della batteria che, quando sta per esaurire il suo ciclo vitale, può rilasciare un eccessivo calore.

Per evitare che il tuo cellulare si surriscaldi, oltre a non metterlo assolutamente sotto il cuscino, ricorda questi consigli: non esporlo a temperature sopra i 40 gradi; non utilizzare delle cover che non permettano il funzionamento normale delle ventole; quando giochi o guardi un film, fai delle pause, affinché il telefono si raffreddi un attimo.

Non ci vuole molto impegno per allungare la durata di vita della tua batteria. Basta seguire questi semplici accorgimenti per ottenere il massimo delle prestazioni.

dormire con il cellulare, smartphone sotto cuscino

 





https://www.ninjamarketing.it/feed/

Chiama per info ed acquisti