addio ai like, benvenuto Facebook Dating


Finite le ferie e tornati alla vita di sempre, la Ninja crew torna attiva più che mai. Dopo tanto tempo di silenzio, non potevamo dunque lasciare i lettori a bocca asciutta: ecco, la prima Week In Social di settembre, stavolta tutta dedicata alle novità di Facebook.

Quante notizie avete perso? Ci pensiamo noi!

Facebook a pagamento?

La notizia ha fatto il giro di tutti gli ombrelloni d’Italia: pare infatti che la scritta “È gratuito e lo sarà sempre” non sia più visibile sulla schermata iniziale di Facebook. Lo slogan, rimasto lì per anni, è stato dunque sostituito con uno nuovo.

Cos’è accaduto? Si è parlato di fake news, non sono mancate le ipotesi più strane, l’allarmismo ha fatto da padrone. Tale cambiamento è dovuto alla politica del trattamento dati della piattaforma di Zuckerberg. Come dire, una scelta obbligata. Anche perché, non dimentichiamo che Facebook è una piattaforma che con i big money ha molto a che fare.

Per stare tranquilli, vi riportiamo quanto riportato nel desk assistenza di Facebook:

Facebook è un servizio a pagamento? È vero che Facebook sarà a pagamento?

No. Facebook è un sito gratuito e non se ne prevede l’utilizzo a pagamento.

Tuttavia, puoi fare acquisti relativi a giochi, app e altri articoli. Inoltre, se decidi di usare Facebook dal tuo telefono, tieni presente che sarai tu a dover pagare le eventuali tariffe associate all’uso di Internet e/o della messaggistica in base a quanto stabilito dal tuo operatore di telefonia mobile.

Tinder addio, ci prova Facebook

Sappiamo bene che lasciare “solo” per qualche giorno Mark porta poi a grandi rivoluzioni. Single di tutto il mondo, concentratevi. Arriva Facebook Dating per tutti i maggiorenni del mondo. Sì, anche per quelli italiani, ma a partire da gennaio 2020.

Dedicata agli incontri, è stata annunciata nel corso della conferenza per gli sviluppatori F8: per voi, anime gemelle di tutto il mondo che tramite un sistema che mette in connessione interessi, eventi e gruppi in comuni, non sarete più solitarie.

E Instagram? Sì, si potrà collegare, tranquilli.

Addio ai like di Fabebook

Dopo Instagram, arriva Facebook. Qualcosa è cambiato infatti, in Canada, lo scorso aprile. Un cambiamento che ha fatto il giro del mondo e poi è arrivato in Italia.

Molti utenti  da tempo non visualizzano più i famosi cuoricini di Instagram, una scelta/test della piattaforma che ha lasciato, inizialmente, perplessi in molti. Ma, riflettiamo: Facebook non azzarderebbe mai una scelta di questo tipo se l’esperimento Instagram non fosse riuscito.

8 tattiche ninja per ottenere più likes sulla tua pagina Facebook

Eliminare i like per il bene degli utenti: far riscoprire la bellezza dei contenuti al di là di quanto piacciano agli altri. Questo è l’obiettivo di tale strategia, per contrastare le “voci di corridoio” che decretano la piattaforma come uno strumento in grado di incutere ansia e depressione, per mettere così in luce un mondo costruito e fuori dalla realtà.

Attendiamo, anche questa volta, gli sviluppi.

Facebook e le rinnovabili

Detto, fatto. Facebook e le rinnovabili, un connubio concreto. Da Menlo Park arriva un investimento di 416 milioni di dollari per il finanziamento di un progetto in Texas di un grande impianto fotovoltaico. Prospero Solar, lo stabilimento previsto entro il 2020, è il primo investimento nel mondo delle rinnovabili da parte del colosso di Mark Zuckenberg. 

Che cosa ne faranno di tutto ciò? Sappiamo che nessuno fa nulla per nulla, quindi a monte vi è la volontà di utilizzare le energie rinnovabili per gestire i data center di Facebook.

A monte di questo investimento vi è la volontà utilizzare le energie rinnovabili per gestire i data center dove Facebook memorizza tutto quello che passa da lì, ovvero foto, video e altre informazioni pubblicate.

Off-Facebook activity: ancora sulla privacy

“Attività fuori da Facebook“, ecco la nuova funzione introdotta da Facebook sulla privacy e la tutela dei dati personali. In arrivo anche in Italia, attraverso la nuova funzionalità sarà possibile controllare tutti i dati raccolti dalle app collegate al nostro profilo Facebook.

In poche parole, non abbiamo la certezza che, nel momento in cui ci iscriviamo ad altri siti, questi non siano pronti ad inviare i nostri dati alla piattaforma. Con questa nuova funzionalità si potranno dunque cancellare i dati che altri siti e applicazioni condividono con Facebook.





https://www.ninjamarketing.it/feed/

Chiama per info ed acquisti