alle aziende 40 mila euro per assumere Chief Innovation Manager


Un voucher per i Chief Innovation Manager, a beneficio delle piccole imprese. «Daremo 40 mila euro alle aziende perché assumano un manager, un vero regista dell’innovazione, per aumentare la produttività e fare sviluppo». La partenza a settembre del Fondo Nazionale Innovazione. «Manca soltanto l’ok dalla Corte dei Conti». Queste le parole del Ministro dello Sviluppo Economico e vicepremier, Luigi Di Maio, intervenuto questa mattina al Summit per lo sviluppo italiano, evento promosso dal Giffoni  Innovation Hub a Giffoni Valle Piana, nel salernitano («È il sesto anno che vengo qui e vedo come Giffoni cambia e si evolve. Ogni volta vado via carico di questo entusiasmo» ha detto). Non solo.

Giffoni for kids. Nel corso della mattinata il CEO Luca Tesauro ha annunciato il lancio di Giffoni for Kids, un nuovo programma per startup ideate da giovani. «Giffoni for kids è il futuro di Giffoni – ha detto  – dal 2020 apriremo un fondo di investimento per creare un percorso di accelerazione. Ogni anno ospiteremo 20 startup e manderemo i ragazzi anche all’estero per sviluppare la propria idea».

LEGGI ANCHE: Venture Capital, che cos’è e come funziona il Fondo Nazionale Innovazione

Il Fondo Nazionale Innovazione

Di Maio ha spiegato che il Fondo nazionale Innovazione. “Prima di tutto deve servire a sviluppare un ecosistema. Non ci siamo messi in testa di finanziare le startup da soli come Stato. Il nostro obbiettivo è collaborare con i fondi di venture e i mondi già esistenti sull’innovazione in Italia, perché è lì che ci sono le competenze per capire se un’idea è valida oppure no. Noi ce la metteremo tutta per mettere insieme i migliori settori in grado di selezionare idee valide.

LEGGI ANCHE: Luca Tesauro: «Sì, con Next Generation portiamo Giffoni nel futuro»

Fondo dei fondi. Il fondo – ha aggiunto – sarà una sorta di fondo dei fondi, in grado di finanziare direttamente oppure di finanziare startup attraverso fondi esistenti. In Italia esistono pochi fondi di venture capital e speriamo che con questa ignizione di due miliardi di euro se ne possano far nascer altre”. Il Fondo “avrà un miliardo subito e un altro lo potrà attrarre dopo. Finanzieremo ogni idea fino a superare la cosiddetta ‘curva della morte’, che vuole dire svilupparla, portarla sul mercato e farla poi farla finanziare o acquisire”.

Invertire la rotta. «Abbiamo messo due miliardi di euro – ha detto ancora – per questo Fondo con l’obiettivo di portare in ogni Regione del Sud Italia gli over the top del settore della creatività e dell’innovazione perché oggi molti nostri ragazzi hanno idee fantastiche ed innovative e le portano altrove. Voi siete cresciuti nell’era del digitale. Questo vi porta ad avere idee innovative in grado di cambiare processi produttivi. Molte di queste idee vengono finanziate fuori e gli altri Paesi tengono per sé i brevetti che sono i veri e propri lingotti d’oro di questo nostro tempo. Da settembre il Fondo sarà operativo e proveremo così ad invertire la rotta».

40 mila euro l’anno per i manager

Di Maio ha parlato anche del “il voucher, un buono per pagare, per metà con i soldi dello Stato, un manager dell’innovazione: 40 mila euro l’anno per azienda per poter assumere un suo regista dell’innovazione. In mezzo, c’è la formazione”, per tenere al passo la stessa ditta. ”A questo fondo non parteciperà solo il pubblico ma anche il privato, con sgravi fiscali per chi ci metterà soldi. Più l’obbligo a tutte le partecipate dello Stato a finanziare il fondo con il 10% degli utili ogni anno. Così iniziamo a creare l’altro miliardo. L’ambizione fare in modo che soprattutto il Sud riparta dalle proprie idee creative”.





https://www.ninjamarketing.it/feed/

Chiama per info ed acquisti