Blockchain Economic Forum London 2019: As it happened.


Si è conclusa Sabato 21 Settembre la sesta edizione del Blockchain Economic Forum 2019 organizzata da Valentin Preobrazhenskiy, CEO di Latoken. Il BEF19 è stato creato per connettere imprenditori, investitori e addetti alle politiche, con l’obiettivo di promuovere e accelerare sviluppo ed adozione della blockchain nell’industria finanziaria.

All’evento di quest’anno hanno partecipato oltre 30 Venture Capital e Crypto Funds con un totale di attività gestite di oltre $ 3 miliardi, per discutere i trend recenti e futuri, con un occhio al 2025: “Round Table Money 2025”, “Venture Capital 2025”, “Hedge Funds 2025” e “Seeking Alpha: Investors, Traders e Portfolio Managers Panel”.

Attenzione speciale è stata riservata alle nuove valute: Libra, creata da Facebook, da un lato, ed LA, proposta da Latoken, dall’altro; i leader presenti hanno affrontato temi come regolamentazione, politica monetaria e governance per le due nuove valute create per aiutare milioni di persone ad accedere al nuovo sistema finanziario globale.

Oltre ai vari panel di discussione, abbiamo assistito alle presentazioni di nuovi progetti.
Da nuove soluzioni che sfruttano blockchain e crypto valute per favorire l’inclusione finanziaria ad applicazioni che permettono di effettuare transazioni in modo completamente innovativo.

Inclusione e transazioni gli hot topics.

Si parla molto di Fintech, con la maggioranza delle startup emergenti che si focalizzano su nuovi modi di offrire servizi già esistenti mentre, ancora non si è visto un vero e proprio boom di startup che offrono nuovi processi e servizi che totalmente nuovi, soprattutto quelli mirati a coloro che ancora non fanno parte del sistema finanziario, essendo localizzati in ecosistemi svantaggiati.

E qui che, tra i partecipanti al BEF19, Thomas Meredith ha presentato BitMinutes che, seguendo la scia di BitPesa e M-Pesa, risponde alle esigenze di coloro che ad oggi non hanno accesso al sistema finanziario (underbanked, ndr) grazie alla combinazione di tokenisation technology e minuti telefonici pre-pagati. Questi BitMinutes, possono essere convertiti istantaneamente nello standard token ERC20, basato sulla piattaforma Ethereum. Combinando blockchain e smart contracts, attraverso applicazioni di terze parti, offre prestiti garantiti, trasferimenti globali gratuiti e ricariche prepagate in tempo reale.

E sono proprio le transazioni l’altro argomento dominante, soprattutto in paesi dove nuovi servizi come quelli che abbiamo visto emergere in Europa e US (Revolut, …). Due i protagonisti principali al BEF2019, direttamente dal lontano est: Eiji Miyakawa che con la sua Digital Wallet Corporation vuole muovere i soldi della popolazione Giapponese da sotto il materasso al mondo digitale; Joseph Lee che con URCC ed il Natual Eco Carbon Coin vuole promuovere una nuova crypto valuta sostenibile in Corea del Sud.

LEGGI ANCHE: La Digital Economy che cambierà il modo di fare azienda nei prossimi due anni

Libra: da Public a Corporate Money.

Nonostante il polverone che circonda Libra, per alcuni aspetti la nuova valuta creata da Facebook non è diversa dalle altre crypto. Tuttavia, come emerso dal forum, ci sono alcune differenze notevoli che sono estremamente preoccupanti.

L’ecosistema sembra simile a un cartello formato da un gruppo di attori globali nei settori dei pagamenti, della tecnologia, del commercio elettronico e delle telecomunicazioni. Il “Consiglio” prenderà decisioni sulla governance della rete e sulle riserve, che consisterà in un paniere di depositi bancari e titoli governativi a breve termine.

I servizi di pagamento basati su Libra saranno gestiti da una consociata di proprietà di Facebook, chiamata Calibra.

Infine, le monete saranno distribuite esclusivamente attraverso una rete di rivenditori autorizzati, centralizzando il controllo sull’accesso del pubblico rendendo difficile discernere le promesse fondamentali di decentralizzazione e disintermediazione normalmente associate alle criptovalute e ad altre valute digitali. Al contrario, analogamente al denaro pubblico, Libra sarà in realtà altamente centralizzata, con Facebook e i suoi partner che agiranno come emittenti.

Ovviamente questo ha scatenato la corsa ai ripari di altri gruppi di interesse che, come discusso dai panelists, non hanno tardato a lavorare a soluzioni alternative; dalla BIS (Bank of International Settlements) in Svizzera tanto quanto la banca centrale Svedese. Anche le banche tradizionali si danno da fare, come descritto nel case study presentato durante il secondo giorno: con $ 63,2 milioni in nuovi finanziamenti da 14 banche, Fnality sta costruendo versioni tokenizzate di cinque principali valute legali.

LEGGI ANCHE: Libra: il parere di tre esperti Italiani.

Svizzera e Liechtenstein sono i nuovi hub.

Ed è proprio la Svizzera, assieme al Liechtenstein, ad attrarre le attenzioni relative alla Blockchain. Il panel finale del BEF19 è stato infatti tutto dedicato all’argomento.

Entrambi i paesi hanno lavorato per migliorare le loro normative di criptovaluta per favorire le STO. Questo è stato reso possibile attraverso una piattaforma di tokenizzazione, recentemente creata in collaborazione con Swisscom. La piattaforma Daura è stata configurata per funzionare sulla blockchain Hyperledger Fabric privata, dove sono registrate azioni non certificate ed i corrispondenti token azionari sono emessi e gestiti tramite contratti intelligenti. Oltretutto, non sono richieste licenze né prospetti per le emissioni dirette sul mercato primario, non sono previsti obblighi AML, ed infine, mentre gli scambi centralizzati necessitano di una licenza di mercato secondaria, le transazioni peer-to-peer rimangono non regolamentate e, di conseguenza, anche gli Exchanges completamente decentralizzati.

Il Liechtenstein si allinea alla Svizzera con la legge “Trusted Technologies”, un atto legislativo completo relativo alle DLT, ai token e al loro trattamento legale. Questo progetto di legge del Liechtenstein è anche – almeno finora – uno dei più avanzati in Europa e solleva importanti questioni e sfide legali che continueremo a discutere in futuro.

LEGGI ANCHE: 60 Paesi verso un economia digitale.

Uno sguardo alle stelle.

Prevalente, inoltre, è stata l’analisi relativa alla tokenizzazione di SpaceX: In collaborazione con US Capital Global, Ambisafe sta lanciando un fondo speciale, che acquista diritti economici per le azioni di una società pre-IPO sul mercato secondario, dagli attuali azionisti. Il token rappresenta una quota del fondo che detiene un interesse economico nelle azioni di una società pre-IPO.
Ambisafe emetterà un SPV che acquisterà azioni SpaceX e le offrirà ai potenziali investitori in crypto tokens. Sebbene Ambisafe non abbia rapporti diretti con SpaceX, il fondo della società acquisterà le azioni in anticipo e poi le tokenizzerà.
10 token USPX saranno uguali a 1 token SpaceX. Una volta che SpaceX sarà reso pubblico, l’intero fondo azionario che ha acquistato le azioni SpaceX sarà quindi venduto e tutti i possessori di token riceveranno il pagamento per i loro token.

Ed infine, gli asteroidi.

Un asteroide è composto prevalentemente da materiali preziosi i quali possono essere estratti dalla roccia fluttuante, tuttavia, chi e autorizzato a tale estrazione ? La risposta la danno Joe Walsh ed il suo AstrCoin: ogni singolo BlockClaim è una piccola porzione ottenuta dalla frammentazione di un asteroide. Invece di estrarre un intero asteroide contemporaneamente, l’estrazione deve iniziare all’interno di ogni BlockClaim fino a quando tutti gli asteroidi disponibili vengono estratti con successo.

LEGGI ANCHE: Elon Musk: l’uomo più innovativo del nostro tempo.

Tirando le somme, il BEF2019 è stato un ottimo punto di incontro quel che è stato fin ora e quel che sarà nel futuro prossimo.

Abbiamo ascoltato il parere di esperti nel settore ma anche le voci di innovatori e nuovi entranti che ci hanno aperto una finestra esclusiva sul futuro prossimo di servizi che molto probabilmente entreranno nella nostra quotidianità, molto prima di quello che immaginiamo.

Come sempre, le innovazioni avvengono in ondate per cui, per tutti coloro che sono appassionati in materia, consigliamo sempre di seguire i prossimi sviluppi dato che, come sembra, ne vedremo delle belle.

 





https://www.ninjamarketing.it/feed/

Chiama per info ed acquisti