Cosa sapere per prepararsi a diventare turisti dello Spazio


Presto sarà possibile poter trascorrere un weekend nello spazio, ma cosa abbiamo bisogno di sapere prima del lancio, prima di essere catapultati in pochi minuti nello spazio più profondo? In realtà ci sono degli aspetti di cui tener conto per chi già sogna di viaggiare tra le stelle. 

Il punto dai cui partire è capire dove comincia lo Spazio. Esattamente 100 chilometri sopra il livello del mare: da lì in poi è possibile osservare solo le stelle (in lontananza) e le nuvole nella troposfera. Da lì comincia il vero viaggio nello spazio, un’esperienza che in molti aspettano con grande curiosità. 

LEGGI ANCHE: Dal cibo disidratato agli M&M’s, ecco cosa mangiano gli astronauti nello spazio

viaggi-nello-spazio-turista-spaziale

Fonte @astronautinews.it

Disorientamento e rischi 

Giunti nello spazio la prima sensazione che il turista spaziale avvertirà sarà un profondo disorientamento. Non ci sono segnali stradali o altri elementi utili per capire la direzione intrapresa, ma ci si affida completamente alla fisica e a calcoli specifici. Si è destanti a ruotare per circa 16 volte al giorno intorno alla Terra in un ciclo continuo e interminabile. 

Se hai deciso di partire dovrai calcolare un altro elemento non trascurabile, il rischio: si tratta di un viaggio complesso e impegnativo dalla durata di soli 9 minuti, ma con notevoli pericoli.

Il consiglio è lo stesso che si è soliti dare agli astronauti in prossimità dell’ora X, cioè rilassarsi nella settimana antecedente il viaggiomangiare i propri piatti preferiti, dormire bene e svolgere tutte quelle attività che in qualche modo potrebbero calmare ansie e preoccupazioni. 

Un altro grande rischio è determinato dal rientro dall’atmosfera: le capsule per il rientro sono ben dotate di scudi termici, paracaduti ed espulsioni automatiche, ma si tratta di un’operazione particolarmente complessa e i rischi non saranno di certo da sottovalutare. 

LEGGI ANCHE: I 50 anni dell’uomo sulla Luna ci ricordano da dove veniamo e dove il progresso tecnologico ci sta portando

viaggi-nello-spazio

Fonte @informazione.it

Vita a bordo, nello spazio 

Se da un lato la vita nello spazio sembra affascinante, dall’altro invece è bene sapere che non sarà affatto semplice trascorrere delle giornate rilassanti con vista sulla galassia. 

Le albe alle quali sarà possibile assistere ogni giorno saranno circa 16, ognuna emette dei lampi accecanti (radiazioni cosmiche) che inevitabilmente disturberanno la fase REM del tuo sonno. Dunque i brevi sonnellini energetici legati a una delle pareti della navicella, saranno l’unico metodo per ricaricarsi.

Un altro elemento importante col quale ogni turista spaziale dovrà fare i conti è il cibo. Preconfezionato, liofilizzato e privo di allergeni.

Icibi dei turisti spaziali non saranno prelibatezze da ristorante stellato, ma non mancherà quasi nulla, persino la verdura fresca coltivata nello spazio direttamente dalla NASA. 

viaggi-nello-spazio

Fonte @agrodolce.it

A bordo ci sono circa 22 °C e 60% di umidità: sarà dunque necessario prepararsi per una vacanza esotica, seppur tra le stelle.  In più non sarà semplice trascorrere del tempo nella cabina di una navicella spaziale dato che ogni azione quotidiana in assenza di gravità è nettamente differente: un esempio su tutti è l’utilizzo della toilette.

Ogni astronauta prima di affrontare qualunque tipologia di spedizione spaziale, deve affrontare un vero e proprio addestramento per poter utilizzare il bagno e i diversi tubi d’aspirazione, per ogni naturale bisogno.

Dunque il turista spaziale prima di partire per la propria avventura tra le stelle dovrà considerare una serie di fattori, rischi e controindicazioni. Non di certo un’esperienza adatta a tutti, ma certamente un viaggio imperdibile. 





https://www.ninjamarketing.it/feed/

Chiama per info ed acquisti