ecco le anteprime che abbiamo visto


Fuorisalone 2019 o Milano Design Week, l’evento di settore più importante al mondo che da 58 anni trasforma Milano per una settimana in un tripudio di installazioni, mostre, brand experience in cui le aziende di design, lifestyle e tecnologia (ma non solo) fanno a gara per stupire e ingaggiare il pubblico giunto da ogni angolo del globo.

Ieri abbiamo partecipato per voi ad alcune anteprime: dalla casa pensata per bambini e adulti dove il gioco diventa elemento centrale, alla design destination di sei piani dove poter trovare idee e suggestioni per i propri progetti di interior design, fino alle installazioni immersive che permettono di scoprire l’elemento acqua come interfaccia multidimensionale.

Ecco tutto quello che abbiamo visto e vissuto durante la giornata di lunedì 8 aprile nei vari distretti della città, in quei luoghi sempre più riconosciuti come poli di ricerca e di design d’avanguardia a livello mondiale.

fuorisalone 2019

Celebrando Leonardo Da Vinci

La Milano Design Week di quest’anno celebra i 500 anni dalla morte di Leonardo Da Vinci, genio indiscusso e assoluto dell’arte e tecnologia. Tra le anteprime del Fuorisalone 2019, numerose le installazioni a lui dedicate.

Ad esempio, siamo stati all’Università Statale di Milano (in via Festa del Perdono 7) dove possibile ammirare l’installazione Leonardo in The Greenhouse progettata dall’architetto Marco Merendi insieme ad alcuni partner: si tratta di una serra trasparente realizzata al cui interno è presente la riproduzione fedele del leggio presente nel capolavoro l’Annunciazione di Leonardo da Vinci (un’opera intagliata a mano in legno massello dal maestro Roberto Giovannini), conservato alla Galleria degli Uffizi di Firenze.

LEGGI ANCHE: Il Salone del Mobile (che celebra il genio di Leonardo) e gli altri eventi in agenda

leonardo in the greenhouse, fuorisalone 2019

Design e VR

Dornbracht presenta allo spazio Brera, in via Fiori Chiari 28, il primo progetto in realtà virtuale della nuova Dornbracht Research Lab Series, avviato dall’art director Mike Meire.

Le installazioni permettono alle persone di sperimentare un approccio senza precedenti, giocoso e molto suggestivo con l’acqua.

Noi abbiamo provato Hiper Fountain, un’installazione che all’apparenza è banale.

Articolata in un semplice secchio di plastica e in un tubo di gomma ma che attraverso un visore per la realtà virtuale, consente di vedere davanti a sé un lavandino di marmo dal cui rubinetto sgorgano gocce d’acqua luminose e dalle forme geometriche.

LEGGI ANCHE: Milano è stata premiata come migliore città al mondo per il design nel 2019

evento fuorisalone 2019, dornbracht

Light Experience

Abbiamo apprezzato le scenografie scelte per ciascuno dei sei piani di Via Durini 3, nello spazio architettonico di Salvioni Milano Durini, il concept store situato in un elegante palazzo milanese del ‘900.

Il percorso si intitola Today is the day, è sviluppato in 1.100 metri quadrati e presenta opere di luce in ogni piano. Ma è soprattutto uno spazio in particolare quello che ci ha fatto vivere un’esperienza immersiva: svuotato completamente da ogni arredo ed affidato al designer Enzo Catellani, questo piano affida l’elemento luce ad una lampada che si può ammirare soltanto in gruppi di 20 persone alla volta.

fuorisalone 2019, salvioni design solution, salvioni milano durini

Gli ambienti a dimensione di famiglia

All’Opificio 31 di Via Tortona, nei giorni della Milano Design Week 2019 è possibile visitare un appartamento di 150 mq su due livelli: un ambiente domestico dove ogni gesto della vita quotidiana viene trasformato in un piacevole e continuo gioco tra bambini ed adulti.

Il progetto The Playful Living, realizzato da associazioni senza scopo di lucro e gruppi creativi, mette infatti il gioco al centro di questo spazio pensato per le famiglie, proponendo una riflessione sui nuovi stili dell’abitare.

fuorisalone 2019, opificio 31

Sono numerosi gli oggetti, i materiali, le luci e i complementi d’arredo che rendono possibile questo obiettivo, come l’illuminazione wireless di Philips Hue. In particolare, non possono mancare le proposte di Candy, fondata nel 1945 a Monza e che ora è leader europeo nella produzione e nella commercializzazione di elettrodomestici: dal forno hi-tech alla lavatrice con lavaggio completo in 39 minuti, alle cantinette per il vino, tutti gestibili attraverso un’applicazione, Simply Fi che consente di controllarli ovunque ci si trovi.

LEGGI ANCHE: I 4 trend di design che hanno caratterizzato case e uffici nel 2018

 

 

I percorsi sensoriali per riscoprire il rapporto con il cibo

Siamo riusciti anche a passare all’anteprima stampa di The Substance of matter: an essential bond, organizzato da Gaggenau ed Arabeschi di Latte, rispettivamente il brand di elettrodomestici innovativi e lo studio di design fondato da Francesca Sartri nel 2001, Si tratta di un percorso sensoriale che celebra il rapporto molto stretto tra il cibo ed elementi naturali come, ad esempio, l’argilla, la cera, l’acqua ed i minerali”.

fuorisalone 2019, gaggenau, arabeschi di latte

Da Instagram: Guggenau Official

All’interno dello showroom Gaggenau Design Elementi Hub di corso Magenta 2 a Milano, sono presenti due ambienti posizionati in maniera perpendicolare tra di loro ed uniti da una struttura che crea due coni prospettici, così da coinvolgere anche emotivamente. All’interno di questo spazio, è presente un percorso sensoriale, composto da postazioni interattive dove è possibile partecipare a degustazioni, live cooking e ad altre performance che mettono in mostra il legame tra il cibo e le materie prime.





https://www.ninjamarketing.it/feed/

Chiama per info ed acquisti