Il primo veicolo privato è pronto a posarsi sulla Luna


ROMA – Conto alla rovescia per l’arrivo del primo lander privato sul suolo lunare, la sonda israeliana Beresheet, il cui nome significa “in principio”. Alle 21 (italiane) è previsto l’inizio della discesa che dovrebbe durare circa 30 minuti e dovrebbe portare il lander a posarsi nel Mare della Serenità. In questa missione da record c’è anche un pizzico l’Italia, che con la sua industria (gruppo Leonardo) ha contribuito ad alcuni elementi del veicolo, come i pannelli solari.

“Buona fortuna Beresheet! ci prepariamo a fare la storia!” ha scritto su Twitter il gruppo della SpaceIL l’organizzazione no-profit che ha costruito il lander. Se Beresheet riuscirà nell’impresa, Israele diventerà il quarto Paese a far atterrare un veicolo spaziale sulla luna, dopo Unione Sovietica, Usa, e Cina.
La sonda è attualmente in orbita attorno alla luna ed è su una traiettoria “eccellente”, hanno detto SpaceIL e la compagnia che gestisce le operazioni Israel Aerospace Industries (Iai).

Lanciato il 22 febbraio dalla base di Cape Canaveral, in Florida, il veicolo ha percorso più orbite ellittiche intorno alla Terra, al fine di trovarsi nella posizione ottimale per essere catturato dalla forza di gravità della Luna. Fra gli obiettivi della sonda, che è alta circa un metro, larga 2,3 e pesante 585 chilogrammi, ci sono lo studio della composizione del sito di atterraggio e la misura delle anomalie magnetiche della crosta.
 


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica



Source link

Chiama per info ed acquisti