Non solo Burger King, ecco i big brand che hanno celebrato Stranger Things con un mood eighties


Il mondo sottosopra di Stranger Things sta per tornare con la nuova stagione e alcuni brand hanno voluto rendergli omaggio. La terza serie tanto attesa è stata oggetto di collaborazioni, tutte in stile anni ’80, tra Netflix e alcuni big brand che hanno dedicato alla serie collezioni, set e limited edition.

La capsule H&M

Fine della scuola, adolescenza e piscina in una calda e apparentemente tranquilla estate del 1985: questi sono gli elementi con cui si presenta la nuova stagione di Stranger Things e sono gli stessi su cui è stata disegnata la collezione di H&M.

Costumi interi vertiginosamente sgambati e dai colori fluo, bikini floreali, visiera e cappelli con stampe, t-shirt e canotte firmate Hawkins Pool. E sì, anche i marsupi.

La linea beachwear non solo è stata presentata con uno spot interpretato dall’attore australiano Dacre Montgomery alias Billy – ma la vedremo anche indossata dai protagonisti in alcune puntate. Cosa chiedere di più agli anni ’80?

stranger things H&M

LEGGI ANCHE: Gli oggetti cult degli anni ’80 rivivono con il progetto Re:Birth

Coca-Cola dal gusto retrò

Il 1985 vede Coca-Cola lanciare sul mercato un prodotto inedito, la New Coke: nuova formula, nuova ricetta e nuovo gusto. La bevanda però si rivela fin da subito un flop. Mal vista – o meglio mal gustata – dal pubblico a causa del suo gusto più dolce e dalla corposità meno concentrata, viene ritirata dagli scaffali dopo appena 79 giorni.

Ma gli anni ’80 ritornano sempre, e anche in questa occasione, approfittando della fortunata serie, troviamo la limited edition della New Coke che sarà ospite fisso degli episodi della nuova stagione di Stranger Things.

new coke stranger things

Per le 500.000 lattine dal gusto tutto sottosopra è in uscita anche uno spot interpretato dai protagonisti della serie Netflix. Coca-Cola, probabilmente per non ripetere il flop, ha inoltre pensato di creare delle limited edition anche per la versione Classica e per quella Zero. Che, anche se sottosopra, piaceranno di sicuro agli assetati di oggi.

Lego e il set oscuro dedicato a Stranger Things

Poteva Lego non progettare un nuovo mondo di mattoncini per i suoi appassionati? No, e infatti, il brand danese, ha ricreato le due dimensioni di Stranger Things con un set completo.

Dalla duplice ambientazione della casa dei Byers, agli otto personaggi, fino agli elementi più ricorrenti della serie come le luci natalizie sulla parete, i waffle di Undici e i walkie-talkie dei ragazzi: ogni dettaglio è stato curato e “mattonizzato” in 2.287 pezzi.

Una volta costruito, il set misura 32 cm di altezza, 44 cm di larghezza e 21 cm di profondità. Non poteva mancare neanche lo spot, comparso sulla pagina Facebook del brand, che promuove l’ultima novità sottosopra di casa Lego.

Anche la comunicazione rispecchia il pieno carattere anni ’80: dalle inquadrature alla pellicola, fino al voice over accompagnato dalla gestualità di mani femminili con unghie rigorosamente a mandorla. Montare per credere.

Nike, un passo negli anni ’80

Dopo le sneakers dedicate ad altre fortunate serie, ora è il turno di Stranger Things. Ci pensa Nike a fare un passo indietro fino a 30 anni fa, presentando la sua collezione di scarpe iconiche e di abbigliamento dedicato alla scuola di Hawkins.

Nella “Nike Stranger Things collection” troviamo i modelli Cortez, Blazer e Tailwind dalle tonalità del verde e arancione che richiamano i colori dei Tiger, la squadra ufficiale della Hawkins High School. Il logo della scuola, invece, lo ritroviamo su felpe e t-shirt che insieme a tute e altri accessori conservano lo stile retrò.

Una seconda collezione, “The OG pack”, è stata ricreata invece con le tonalità del rosso, bianco e blu, per celebrare gli Stati Uniti nel giorno della loro indipendenza, il 4 Luglio, data in cui andrà in onda la prima puntata delle serie.

nike collezione stranger things

LEGGI ANCHE: Cosa ci ha detto la modella curvy Elisa D’Ospina sui manichini oversize di Nike

Polaroid, le foto sottosopra

Polaroid, la macchina fotografica istantanea per eccellenza, dedica all’oscura serie una fotocamera limited edition.

One Step 2 ha un design del tutto vintage (neanche a dirlo, anni ’80) e dai colori blu e rosso che richiamano quelli di Stranger Things. Anche qui, abbiamo qualcosa sottosopra: il logo e le scritte nella parte frontale del corpo. Mentre ciò che è al posto giusto sono l’obiettivo a focale fissa e il timer per gli immancabili selfie dal gusto tutto moderno.

La novità è il flash: grande, incorporato nella macchina e sviluppato proprio dal laboratorio nazionale di Hawkins. Un caso? In più, sono stati ideati sedici frame di pellicole dedicati a Stranger Things all’interno del singolo pacchetto di pellicole. Per scatti da capogiro.

polaroid stranger things

Burger King e il suo Whopper a rovescio

Di questo vi abbiamo già parlato. Cambiando l’ordine degli ingredienti, il panino non cambia.

Ormai siamo abituati ad aspettarci qualcosa di simpatico da Burger King che infatti, anche questa volta, ne ha pensata una delle sue a tema marketing. Saranno però solo alcune città americane, almeno per il momento, ad assaggiare l’insolito panino Whopper Upside Down in limited edition.

Dedicato alla nuova serie in uscita, l’hamburger sarà presentato sottosopra: con gli stessi ingredienti ma a posizioni invertite partendo dal pane capovolto. Con tanto di packaging che trasuda anni ’80 e che racconta visivamente a chi è a digiuno della serie il perché della composizione errata.

In questi giorni, inoltre, su Twitter è comparso lo strano account “Stranger King” dedicato all’hamburger inverso. Ovviamente appartiene a Burger King, con tanto di logo sottosopra.

burger king whopper upside down

LEGGI ANCHE: Arriva il Whopper Sottosopra di Burger King per celebrare la nuova stagione di Stranger Things

Zerocalcare, uno Stranger Guy?

Una menzione tutta italiana a Stranger Things la offre Zerocalcare che durante il Salone del Libro di Torino, su richiesta di Netflix, disegna un’illustrazione che racconta il settimo episodio della seconda stagione. Ma non solo.

Il famoso fumettista, in una micro intervista, fa un parallelismo tra il suo vissuto anni ’80 e quello dei protagonisti della serie. Si ritrova nel mondo dei giochi di ruolo, poco conosciuti in quegli anni in Italia e in uno spaccato di quasi marginalità per chi coltivava passioni diverse dai propri coetanei.

zerocalcare stranger things





https://www.ninjamarketing.it/feed/

Chiama per info ed acquisti