Quanto costeranno all’Italia le Olimpiadi invernali di Milano-Cortina 2026


Il Comitato Olimpico Internazionale ha annunciato finalmente che l’Italia sarà il sito prescelto dei Giochi olimpici invernali del 2026.

I giochi si terranno a Milano e Cortina d’Ampezzo. L’Italia ha battuto la Svezia che aveva proposto Stoccolma e Åre.

Questo sarà il terzo Winter Games in Italia. Il paese ha tenuto i Giochi invernali del 2006 a Torino e nel 1956 a Cortina d’Ampezzo. Pur essendo un centro di attrazione per gli sport invernali, la Svezia non ha ancora mai ospitato i Giochi invernali.

Congratulazioni a Milano-Cortina. Possiamo immaginare dei Giochi olimpici invernali straordinari e sostenibili in un paese con una tradizione per gli sport invernali“, ha dichiarato il presidente del CIO, Thomas Bach, dopo aver annunciato il vincitore.

Sono davvero emozionato“, ha detto il Presidente del CONI Giovanni Malagò, vicino alle lacrime alla conferenza stampa per annunciare il vincitore. “È un risultato molto importante, non solo per me ma per l’intero Paese“.

L’Italia ospiterà un’edizione dei Giochi invernali per la terza volta, dopo Torino 2006 e Cortina nel 1956. La Svezia, invece, non ha mai ospitato i Giochi invernali e ha incassato l’ottava sconfitta negli ultimi 41 anni. Ma l’Italia può davvero permetterselo?

I problemi di budget dell’Italia

Non sarà certamente un’edizione all’insegna dell’austerità, ma sicuramente si cercherà di risparmiare, evitando la costruzione di nuove infrastrutture non necessarie. La delegazione italiana è stata rappresentata dalla sciatrice Sofia Goggia e dalla snowboarder Michela Moioli.

Abbiamo problemi di bilancio in Italia, ma penso che questo sia qualcosa comune a molti Paesi“, aveva dichiarato in una precedente conferenza stampa il Sottosegretario Giancarlo Giorgetti, sottolineando la ricchezza delle province lombarde e venete che hanno sostenuto i costi dei giochi. “Sono due delle province più ricche d’Europa“.

Si è trattato di un tentativo di rilanciare i Giochi invernali proponendo solo due candidati per la seconda volta consecutiva, dal momento che la Russia ha speso 51 miliardi di dollari su sedi e infrastrutture per le Olimpiadi di Soči 2014.

Ora si cerca di limitare le spese incoraggiando enti e aziende private a condividerne il carico. Così, la Svezia ha collaborato con la Lettonia, invece che costruire altre strutture sul suo territorio.

LEGGI ANCHE: Milioni di follower con engagement da paura: come funziona la strategia social di Matteo Salvini

La politica unita nella vittoria

Il Comitato Olimpico Internazionale (CIO) fornirà una cifra stimata sui 925 milioni di dollari all’Italia, Paese vincitore, come finanziamento per i costi operativi, ma le spese attese sono di circa 1,7 miliardi.

Si smuoveranno almeno cinque miliardi di euro di indotto, 20.000 posti di lavoro per la costruzione di nuove strade e impianti sportivi” ha detto Matteo Salvini. “Con le Olimpiadi invernali, confermeremo la nostra eccellenza e le nostre capacità nel mondo“, ha concluso.

Anche il Presidente del Consiglio ha voluto comunicare il suo entusiasmo con un tweet.

Secondo lo studio dell’Università La Sapienza, commissionato dal governo in fase di candidatura, i giochi invernali “contribuiranno positivamente alla crescita dell’economia”. I guadagni del PIL tra il 2020 e il 2028 dovrebbero variare tra 93 e 81 milioni di euro all’anno, e la crescita cumulata raggiungerà un massimo di circa 2,3 miliardi di euro nel 2028.

La cerimonia di apertura si terrà a San Siro, che potrà contare sull’enorme portata del suo complesso, con gli 80.000 posti disponibili. La cerimonia di chiusura verrà invece celebrata a Verona.





https://www.ninjamarketing.it/feed/

Chiama per info ed acquisti