Samsung rimanda il lancio del suo Galaxy Fold. Che cosa è successo


Vi avevamo raccontato già la scorsa settimana QUI che il Galaxy Fold di Samsung, il telefonino pieghevole della casa coreana, che doveva essere in vendita dal 26 aprile negli Stati Uniti (il 3 maggio in Europa), era stato messo a disposizione dei giornalisti, alcuni dei quali avevano riferito e documentato malfunzionamenti e rotture dello schermo dopo 1-2 giorni d’utilizzo. Ebbene, proprio ieri, Samsung ha deciso di rinviare il lancio del Galaxy Fold. Il lancio dello smartphone pieghevole era fissato per questa settimana ma, ha confermato l’azienda coreana, ma alcune prove “hanno dimostrato che l’apparecchio ha bisogno di alcuni miglioramenti”. Una nuova data di arrivo nei negozi sarà comunicata nelle prossime settimane.

LEGGI ANCHE: Ecco il Samsung Galaxy Fold, lo smartphone pieghevole che si fa tablet

samsung

Noie al display

Il primo magazine a scrivere dei problemi allo schermo è stato Dieter Bohn sul sito The Verge che aveva anche scritto un pezzo dal titolo “Lo schermo del mio Galaxy Fold si è rotto dopo solo un giorno”, raccontando come il pannello Oled da 7,4 pollici del device si fosse rigonfiato nella zona della cerniera dopo poche ore di utilizzo. Poi è toccato a Bloomberg e CNBC e a quel punto un portavoce dell’azienda aveva spiegato che i telefoni coinvolti sarebbero stati “ispezionati”. Fino alla decisione di ieri.

LEGGI ANCHE: Samsung lancia il Galaxy S10 e apre (di fatto) il Mobile World Congress

Ulteriori miglioramenti

«Mentre molti esperti hanno condiviso con noi il vasto potenziale che vedono in Galaxy Fold, alcuni ci hanno anche mostrato come il dispositivo abbia bisogno di ulteriori miglioramenti che possano garantire la migliore esperienza utente possibile» ha fatto sapere Samsung. «Per valutare appieno questi feedback ed eseguire ulteriori test interni, abbiamo deciso di ritardare il rilascio del Galaxy Fold. Prevediamo di annunciare la data di rilascio nelle prossime settimane. I primi risultati dell’ispezione dei problemi segnalati sul display hanno dimostrato che potrebbero essere associati all’impatto sulle aree esposte in alto e in basso della cerniera. C’è stato anche un caso in cui le sostanze trovate all’interno del dispositivo hanno influenzato le prestazioni del display”.





https://www.ninjamarketing.it/feed/

Chiama per info ed acquisti