tutti i vincitori e le pubblicità più belle


L’edizione 2019 dei Cannes Lions si è da poco conclusa: la settimana dedicata alle più belle pubblicità di quest’anno ha visto l’introduzione di categorie dedicate al digitale e all’innovazione tecnologica.

La creatività è sempre al centro di ogni narrazione ma abbiamo visto il raggiungimento di un livello più strutturato grazie all’uso di app e di diversi device, quest’anno più che mai.

Il festival della creatività di questa edizione ci ha però regalato qualcosa di più: il valore aggiunto della consapevolezza dei brand nei confronti di tematiche sociali importanti come l’ambiente, l’inclusione, la diversità di genere e il bene comune.

Alcuni brand riescono ad acquisire, infatti, una posizione di rilievo rispetto ai temi attuali, creando i presupposti di un miglioramento dei singoli individui e dell’intera società.

I Cannes Lions 2019 scoprono i brand in nuove vesti, che li vede fonte d’ispirazione per il pubblico grazie ad una comunicazione che lega sentimentalmente e sempre più eticamente i marchi e i suoi consumatori.

Vediamo quindi quali agenzie sono state premiate in questa 66esima edizione del festival.

LEGGI ANCHE: Ecco i primi vincitori dei Cannes Lions 2019

Grand Prix Film Craft

New York Time “The Truth Is Worth It”
Agency: Droga 5

Cinque soggetti da 60 secondi per raccontare un giornalismo libero e di qualità. Cinque filmati per sottolineare l’impegno dei giornalisti per garantire al pubblico la verità dei fatti. Cinque storie per mostrare attraverso gli occhi e le orecchie dei giornalisti il “rigore”, la “perseveranza”, il “coraggio” e la “determinazione” che “senza alcun timore” portano alla creazione del contenuto di informazione.

Un semplice titolo su una testata che racchiude però un lungo lavoro di ricerca, di indagine, di elaborazione e correzioni: il lavoro che vale sempre la pena fare per un racconto autentico.

Grand Prix Titanium e Grand Prix Mobile e Direct

Burger King “Whopper Detour”
Agency
: FCB New York

L’ingegno e la solita ironica provocazione di Burger King verso il suo principale rivale continua. Un’app che consente alle persone di ordinare un Whopper a 1 centesimo.

Non ci sarebbe stato nulla di così eclatante se non fosse che per attivare l’offerta (anche attraverso la geolocalizzazione) i clienti si sono visti “costretti” a richiedere il panino di Burger King proprio nei negozi del suo rivale McDonald. Certo, un giro un po’ largo ma comunque efficace e divertente in puro stile Burger King.

LEGGI ANCHE: Non solo Burger King, ecco i big brand che hanno celebrato Stranger Things con un mood eighties

Grand Prix Sustainable Development Goals

Mars Australia “The Lion’s Share”
Agency
: Clemenger BBDO Melbourne

Gli animali ormai fanno parte oltre che del nostro quotidiano, anche della società e della nostra cultura, in tutti gli aspetti. Purtroppo però questi esseri indifesi e spesso attaccati proprio dall’animale più pericoloso – l’uomo- non ricevono il giusto sostegno.

The Lion’s Share   presentata ai Cannes Lions 2019, è un’iniziativa per la conservazione della fauna selvatica sostenuta dalle Nazioni Unite. La raccolta fondi è organizzata richiedendo agli inserzionisti lo 0,5% della spesa dei loro media ogni volta che in una pubblicità compaiono immagini di animali. I soldi così raccolti saranno utilizzati per difendere e curare le specie in estinzione e preservare gli ambienti della fauna selvatica.

Grand Prix Outdoor e Gran Prix Entertainment for Sport

Nike “Dream Crazy”
Agency
: Wieden + Kennedy Portland

Colin Kaepernick, un giocatore di football americano, è il simbolo della protesta contro gli abusi della polizia nei confronti degli afroamericani. Il suo gesto di rimanere seduto durante l’inno nazionale ha fatto il giro del mondo ed è stato imitato da tanti altri atleti.

Le polemiche scaturite anche da parte del presidente Trump hanno fatto sì che rimanesse senza squadra. Il giocatore è diventato però il volto di Nike che gli dedica la campagna che celebra i 30 anni del payoff “Just do it”. Perché bisogna “Credere in qualcosa, anche se questo significa sacrificare tutto”.

Glass Grand Prix

Gazeta.pl, Wavemaker, Mastercard e BNP Paribas “The Last Issue Ever”
Agency
: VMLY & R Poland Warsaw

In Polonia, la rivista per adulti The Weekend è stata per quasi 30 anni l’unico riferimento per il pubblico maschile in fatto di donne. Un mondo femminile stereotipato, in cui la donna è stata vista come oggetto del desiderio. Per troppo tempo la donna è stata emarginata, spersonalizzata e confinata nella sfera del piacere sessuale.

Quando la rivista porno nel 2018 è stata messa in vendita, la piattaforma Gazeta.pl insieme a Mastercard e BNP Paribas hanno colto l’occasione per rivoluzionare finalmente la posizione della donna. Con “The Last Issue Ever” si stimola una nuova educazione di genere, contestando la cultura sessista e la diseguaglianza sessuale, dando finalmente voce all’anima delle donne, attraverso le loro storie e non più attraverso il loro corpo.

Grand Prix For Good

March for Our Lives “Generation Lockdown”
Agency
: McCann New York

Come affrontare senza paura una sparatoria e quali sono le “tecniche” per sopravvivere ad un attacco armato? Purtroppo a spiegarlo è un esperto nel protocollo sulla sicurezza delle armi: una ragazzina.

In quasi tutte le scuole americane, infatti, le esercitazioni sulla sopravvivenza ad una sparatoria sono diventate lezioni comuni come le altre. Invece di approvare leggi per impedire che le pistole cadano in mani pericolose, i politici hanno costretto milioni di bambini a imparare le tecniche per sopravvivere alle armi. “Generation Lockdown” intende far aprire gli occhi alla società attraverso quelli dei bambini.

Media Gran Prix

Nike “Air Max Graffiti Store”
Agency: AKQA San Paolo, Brasile

Un modo per fondere tecnologia e creatività, attingendo dalla cultura street dei graffiti in Brasile per incrementare le vendite.

Questa è stata la campagna di Nike, che ha chiesto agli artisti di San Paolo di disegnare la nuova collezione di Air Max ai piedi dei personaggi “graffitati” sui muri della città. Attraverso l’app ideata per l’occasione, il brand ha invitato i clienti a geolocalizzarsi vicino i graffiti per poter completare l’acquisto.

Creative Data Grand Prix

Black & Abroad “Go Back to Africa”
Agency: FCB / Six Toronto

Black & Abroad, una società specializzata in esperienze di viaggio per i neri, ha scoperto che sui social media, ogni minuto è pubblicata la frase discriminatoria “torna in Africa”.

La necessità è stata quella di creare un nuovo modo di pensare all’Africa, allontanandola dai pregiudizi e dall’odio razziale. Così, ad ogni “torna in Africa” sono state associate bellissime immagini dei Paesi del continente ed insieme l’hashtag #GoBackToAfrica che ha assunto così un significato totalmente opposto alla negatività dell’originale.

LEGGI ANCHE: La narrazione è un habitat dove abitiamo, viviamo, competiamo: Storytelling for dummies di Andrea Fontana

Creative Strategy Grand Prix

Volvo “The EVA Initiative”
Agency: Forsman e Bodenfors Svezia

Ai Cannes Lions 2019, Volvo presenta i dati sugli incidenti dall’inizio degli anni ’70, che mostrano un pregiudizio di genere. Le donne sono più propense rispetto agli uomini a subire lesioni durante un incidente poiché, in parte, i manichini utilizzati per i crash test hanno sembianze maschili.

Lo scopo della campagna è stato quello di divulgare i dati raccolti a tutte le case automobilistiche, in modo da garantire una sicurezza libera da genere, dimensioni e peso. Una combinazione di dati, tecnologia e creatività per il bene della società.

Grand Prix Radio&Audio

HBO “Westworld: The Maze”
Agency
: 360i New York

Per promuovere la seconda stagione della serie Westworld, è stata creata un’esperienza di gaming immersiva, attraverso i dispositivi Alexa.

Un’avventura fatta di audio e immaginazione, tecnologia e narrazione.

LEGGI ANCHE: 5 app per musei che possono rendere le visite più immersive

E l’Italia?

Questo è stato un anno relativamente poco fortunato per l’Italia. Pochi infatti sono stati i premi vinti a Cannes, assegnati tra l’altro solamente dall’agenzia Publicis:

nella categoria Film vince un Argento per Heineken con “Unmissable”.

Per Diesel, con il soggetto “Ha(u)te Couture” vince un Argento e un Bronzo nella categoria Brand Experience&Activation e un Argento e un Bronzo in quella Social&Influencer.

Con il soggetto “Be a Follower – Side:biz” vince un Argento nella categoria Brand Experience&Activation e due Bronzi in  Social&Influencer.

Con il soggetto “Be a Follower” vince un Oro nella categoria Social&Influencer.

Con Diesel x Mustafa vince un Argento nella categoria Social&Influencer e un Bronzo in quella Outdoor.

E ancora: un Argento con la campagna per Leroy Merlin “Lessons for good” e un Bronzo nella categoria Outdoor per Coca Cola con “The Sign”.





https://www.ninjamarketing.it/feed/

Chiama per info ed acquisti